Google
 

06 marzo 2016

Le nozze di Figaro

ATTO QUARTO
 

Scena IV


Recitativo

MARCELLINA
Presto avvertiam Susanna:
io la credo innocente: quella faccia,
quell'aria di modestia... è caso ancora
ch'ella non fosse... ah quando il cor non ciurma personale interesse,
ogni donna è portata alla difesa
del suo povero sesso,
da questi uomini ingrati a torto oppresso.

N. 25. Aria

MARCELLINA
Il capro e la capretta
son sempre in amistà,
l'agnello all'agnelletta
la guerra mai non fa.
Le più feroci belve
per selve e per campagne
lascian le lor compagne
in pace e libertà.
Sol noi povere femmine
che tanto amiam questi uomini,
trattate siam dai perfidi
ognor con crudeltà!
(parte)

3 commenti:

guido ha detto...

addio sara iommi

enzorasi ha detto...

Addio Sara, è tutto così triste. Sorridici tu se puoi.

Romina ha detto...

Ciao, Sara. Riposa in pace.